Concorso straordinario 2024 per Insegnanti di Religione Cattolica

6.428 posti disponibili di cui 4.500 coperti tramite il concorso straordinario 2024

98

Il Ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara ha firmato il decreto che regolerà il nuovo Concorso straordinario per l’assunzione degli Insegnanti di Religione Cattolica nelle scuola dell’infanzia e della primaria e nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

Concorso Straordinario 2024

Il decreto stabilisce che il Concorso stabilirà il numero di posti su base regionale e che potranno partecipare i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  1. certificazione dell’idoneità diocesana, rilasciata dal Responsabile dell’Ufficio diocesano competente nei novanta giorni antecedenti alla data di presentazione della domanda di partecipazione valevole sia per la diocesi che per il grado di scuola per cui si concorre.
  2. Almeno 36 mesi di servizio anche non consecutivi nell’insegnamento della religione cattolica nelle scuole statali.
  3. Possesso di almeno uno dei titoli previsti: titoli di qualificazione professionale previsti dall’intesa con la CEI (licenza in teologia, attestato di compimento del corso di teologia in un seminario maggiore; laurea magistrale in scienze religiose; licenza in scienze bibliche o sacra scrittura; licenza in scienze dell’educazione con specializzazione in educazione e religione; laurea magistrale in scienze dell’educazione con specializzazione in pedagogia e didattica della religione e in catechetica e pastorale giovanile; licenza in missiologia).

Le cattedre disponibili

Saranno in tutto 6.428 le cattedre disponibili per l’insegnamento della Religione Cattolica nelle scuole, di cui circa 4.500 da coprire con il Concorso Straordinario (70%).

Quando uscirà il Bando

Il Bando per il Concorso Straordinario finalizzato ad assumere Insegnanti di Religione è previsto nel corso del 2024.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here